Una metafora fisicamente poco impegnativa, ma poetica e avvincente, permette al gruppo di iniziare a collaborare in maniera delicata e visionaria.