CHI SIAMO

“Siamo un gruppo strutturato di professionisti innamorati della Vita e delle persone.
Abbiamo esperienze e competenze differenti e siamo accomunati dalla passione
per l’efficacia, il benessere, l’armonia, bellezza e la natura.
Operiamo nelle organizzazioni come società innovatrice nel settore della formazione esperienziale.
Proponiamo percorsi di crescita personale aperti a tutti, organizziamo campi estivi
e percorsi per i ragazzi e offriamo laboratori ludici e didattici ai bambini.
Scegliamo la natura come palcoscenico di gran parte delle nostre avventure.
Coltiviamo la terra, proteggiamo le foreste e operiamo in sinergia con l’ambiente.”

FILOSOFIA

Siamo creature di energia immerse in un universo di energia. La ricerca della nostra verità, il contatto con la nostra scintilla e la sua libera espressione, sono la chiave per manifestare il nostro potenziale di autorealizzazione. Da ogni passo in questa direzione (per il singolo, per il gruppo o per un’intera organizzazione) derivano un incremento di efficacia, una maggiore armonia e quindi benessere.

MISSIONE

Accendiamo Scintille.

Ci impegniamo insieme per aiutare le persone e le organizzazioni a mettere in luce la propria scintilla e per condurle un passo avanti verso l’espressione del proprio potenziale.

VISIONE

Un mondo dove le persone, i gruppi e le organizzazioni fossero in contatto con la propria scintilla e sapessero esprimere con equilibrio il proprio potenziale, sarebbe un mondo meraviglioso nel quale vivere. È questo il mondo che vogliamo lasciare dietro di noi, dopo il nostro passaggio.

Ogni nostra azione è ispirata da questa visione e vuole trasmetterla ispirando chiunque entri in contatto con noi.

Perchè Scinthilla

  • In ogni organizzazione c’è il potenziale per il successo
  • In ogni gruppo ci sono idee e ed energie pronte ad esprimersi
  • In ogni essere umano c’è un sogno e le risorse per perseguirlo
  • Ogni angolo della natura è testimone di bellezza, forza ed equilibrio
  • In ciascuno dei nostri figli c’è la possibilità di vivere con gioia portando il proprio contributo a questa avventura che chiamiamo Vita.
  Quello che manca, a volte, è soltanto una scintilla. Noi siamo specialisti in scintille.

Il team Scinthilla

Massimo Borgatti

Cofondatore e Presidente di Scinthilla, lascio ben presto il lavoro da ingegnere per specializzarmi nella Formazione esperienziale. Dopo 15 anni e innumerevoli cammini pionieristici aperti in ambito aziende e privati, integro e apro tutta l'esperienza maturata ad un progetto organico di formazione per aziende, privati, giovani e ambiente, la nuova Scinthilla.

Massimo Borgatti

Kira Kotliarewsky

Cofondatrice di Scinthilla, laurea in Giurisprudenza, master in Produzione Cinematografica, mi occupo di pubbliche relazioni e marketing (per Scinthilla). Sviluppo percorsi formativi esperienziali outdoor e indoor per aziende e privati sul tema del femminile & cultural diversity. (Mamma di due splendidi bimbi.)

Kira Kotliarewsky

Massimo Dusso

Ingegnere, dopo anni di consulenza e lavoro in azienda in Italia e all'estero ho contaminato mia esperienza con i miei interessi per ecologia, permacultura, problem solving strategico e crescita personale, creando percorsi dedicati ad aziende e privati.

Massimo Dusso

Sara Gambelli

Psicologa del lavoro, insegnante di yoga e diplomanda in psicoterapia con approccio Biotransenergetico, integro la Biotransenergetica e lo yoga ai percorsi esperienziali per aziende e privati, collaborando con le maggiori realtà aziendali italiane e internazionali.

Sara Gambelli

Guido Bonvicini

``Uomo anziano`` di Scinthilla, lunga esperienza nell'organizzazione e sicurezza per eventi aziendali con attività outdoor; Guida Alpina, formatore e consulente per la sicurezza aziendale (dlg81/2008) e per le soft skill. Schiettezza, pragmatismo, semplicità ed efficacia sono la firma della mia formazione.

Guido Bonvicini

Azzurra Sorbi

Cofondatrice di Scinthilla. Laurea in filosofia, master in Risorse Umane presso il Sole24Ore mi sono occupata recruiting in una delle più importanti società di consulenza internazionali. Formatrice con approccio esperienziale nella gestione dei team di lavoro. Costellatrice familiare in ambito aziendale – organizzativo.

Azzurra Sorbi

Massimo Galiazzo

Filosofo, educatore, outdoor trainer e counselor ad approccio umanistico integrato (Gestalt). Appassionato di alpinismo e istruttore di arrampicata libera. Negli anni ho cercato una composizione alchemica tra relaziona d'aiuto e ambiente, spostando la dimensione educativa nella montagnaterapia e il counseling nella direzione dell'ecocounseling.

Massimo Galiazzo

Adriano Gasparri

Consulente e Formatore Strategico. Il mio lavoro funge da f acilitatore di processi aziendali e di apprendimento : sviluppo insieme alle imprese innovative un processo iterativo ed incrementale attraverso il quale nascono progetti operativi con cui conseguire gli obiettivi strategici.

Adriano Gasparri

Carlos Munoz Novo

Laureato a Salamanca in “Filosofia”. Ho lavorato per anni in diversi contesti culturali, laureandomi in seguito in “Scienze Filosofiche” alla Statale di Milano. Docente di Etica Aziendale, Ethical Problem Solving ed Interculturalità aziendale a Milano e Bologna. Filosofo, lavoro come consulente per aziende e privati.

Carlos Munoz Novo

Costanza Nadalini

Educatrice professionale e pedagogista clinico, da anni lavoro a fianco delle persone, bambini, ragazzi ed adulti, per aiutarle ad esprimere se stesse ed il proprio potenziale, attraverso esperienze educative di tipo laboratoriale, dove si impara, su se stessi e sul mondo, attraverso “il fare”.

Costanza Nadalini

Dario Boschetto

Storyteller e Coach, dopo diverse missioni umanitarie in Africa e in America Latina ho integrato le mie competenze per l’outdoor, per le visualizzazioni, per la comunicazione efficace in un nuovo modello di formazione esperienziale dedicato ai giovani. Il racconto di storie motivazionali la mia vera magia.

Dario Boschetto

Enza Trocino

Laureata in Scienze della Comunicazione integro il mio percorso attraverso studi e pratiche per il benessere interiore e la crescita personale. Per 10 anni mi sono occupata di controllo di gestione, coordinamento e formazione in una tra le più importanti scuole di moda italiane. In corso presso Life & Corporate, coaching umanistico.

Enza Trocino

Giuliano Giardino

Educatrice professionale e curiosa di natura, mi piace stimolare il potenziale creativo negli altri: far scoprire di “essere capace”! Ho integrato la formazione in Counseling e Shiatsu nel mio modo di educare con creatività andando al di là dell’aspetto prettamente cognitivo, creando laboratori per adulti e bambini in cui il “fare” e “l’espressione spontanea di sé” sono al primo posto.

Giuliana Giardino

Sara Parravani

Laureata in Scienze per la Pace e Cooperazione Internazionale. Dopo anni di esperienza in Italia ed all’estero su progettazione, gestione non violenta dei conflitti, team buildinge training con gruppi, mi sono specializzata nel lavoro sul singolo, con varie tecniche di healing. Sviluppo tecnologie interiori per la crescita personale e percorsi dedicati ad aziende e privati sia adulti che bambini.

Sara Parravani

PARADIGMA DELL’ENERGIA

di Massimo Borgatti

Rappresenta l’entità del livello di energia di una organizzazione, di un gruppo o di un individuo.

Per il gruppo

ENERGY è legata dagli apporti energetici che ciascuno può o sceglie di mettere a disposizione. Dipende dall’intensità della motivazione, dal coinvolgimento, dalla passione, dall’attivismo e dalla proattività presenti o suscitati nel gruppo. All’interno dello stesso team, il livello dell’energia può essere più o meno alto, in situazioni e momenti diversi in funzione di variabili interne ed esterne. Un’alta disponibilità energetica è un prerequisito spesso necessario ma quasi mai sufficiente, al buon esito di un lavoro. Un basso livello energetico porta ad un’attività più dimessa e meno dinamica consona ad un lavoro di metodo, attenzione e concentrazione.

Per il singolo

Il concetto di ENERGY in chiave individuale, è connesso al potenziale del singolo. Avere potenziale non significa immediatamente ottenere risultati; per trasformare l’energia in efficacia e Potere Personale occorre la concomitanza delle altre componenti del modello: FOCUS, FLOW e FEEL.

E' la connotazione qualitativa dell’energia. È legata alla lunghezza d’onda prodotta o alla frequenza sulla quale un singolo o un gruppo si sintonizzano.

Per il gruppo

Ciascun gruppo dispone di una specifica ampiezza potenziale di focalizzazione, ossia ha l’attitudine a sintonizzarsi su alcune specifiche bande di vibrazione. FOCUS è la conseguente capacità (spontanea o indotta) di sintonizzarsi su una specifica lunghezza d’onda all’interno della finestra di focalizzazione potenziale. Possiamo collegare il FOCUS o “focalizzazione dell’energia”, alla centratura degli sforzi di un gruppo su un obiettivo comune e condiviso, all’allineamento degli intenti, dei contributi e dei metodi, all’uniformità e all’omogeneità nella partecipazione al lavoro comune. Un team con alta capacità di FOCUS risulta più efficace di un gruppo di persone nel quale ciascuno si muova energicamente su lunghezze d’onda indipendenti.

Per il singolo

Il FOCUS è legato alla scelta e alla volontà e indica quali stimoli o opportunità l’individuo decide di mettere al centro della propria attenzione. Il FOCUS è legato alla natura del singolo ma anche al suo intento, alla sua consapevolezza e all’uso che esso fa della propria volontà. FOCUS è alla base di una condotta più o meno strategica nelle scelte e nei comportamenti individuali: la scelta consapevole di dove focalizzare la propria energia ci porta a vedere il mondo sotto luci differenti e quindi a vivere con differenti livelli di benessere e di efficacia.

L’energia, per produrre risultati deve poter fruire liberamente. FLOW rappresenta l’intensità del movimento dell’energia, la sua circolazione, il flusso. Immagina di tendere un arco (ENERGY), di prendere la mira (FOCUS) e di fare tutto questo in maniera impeccabile. Immagina però di avere un attimo di esitazione o un’eccessiva rigidità all’atto di scoccare la freccia (FLOW): il tuo lavoro di preparazione sarà sciupato e certamente non centrerai il bersaglio. Il FLOW si esprime nell’attimo in cui tutto è pronto e serve solo l’abbandono, il passo successivo, la fiducia che tutto andrà per il meglio.

Per il gruppo

All’interno di un gruppo, il FLOW rappresenta l’interscambio fiducioso tra i singoli o la predisposizione a ricevere e trasmettere stimoli tra il gruppo stesso e l’esterno. L’interscambio può avvenire su più livelli: mentale (idee e concetti pensieri), emozionale (sentimenti, emozioni, stimoli), fisico (informazioni, materiali, elaborati, risorse ecc.). FLOW è anche legato alla disponibilità al cambiamento e alla flessibilità di fronte a nuovi stimoli.

Per il singolo

Il FLOW, dal punto di vista dell’individuo, rappresenta l’interazione diretta del singolo con il contesto, la sua predisposizione ad accogliere stimoli esterni e quindi ad ampliare la propria sfera di esperienza: accettare di condividere o di lasciarsi permeare da un messaggio proveniente dall’esterno è un passo (piccolo o grande) nell’ignoto. Cambiare il proprio punto di vista richiede energia ma è la condizione basilare per cambiare, crescere, evolvere. Il FLOW, anche ottica individuale, è strettamente legato alla predisposizione al cambiamento e alla crescita.

E' la capacità individuale o collettiva di percepire gli stati e i movimenti energetici. Non esistono strumenti di misurazione dei campi energetici dei quali parliamo. Quindi i concetti di ENERGY, FOCUS e FLOW restano astratti se non sviluppi tu stesso, con tutto il tuo corpo, la capacità di sentire l’energia: la tua, quella di chi hai di fronte, quella del team con cui lavori, quella dell’ambiente in cui ti trovi.

Per il singolo

Il FEEL è il nostro strumento di analisi delle situazioni, delle relazioni e prima di tutto di noi stessi. Rimanere in contatto con la dimensione FEEL è una sfida quotidiana durissima. Pare che ogni cosa (stress, fretta, responsabilità, paura) ci porti ad allontanarci da quello che sentiamo. Sembra che, nei contesti nei quali lavoriamo, il sentire sia percepito come un di più, addirittura come una debolezza.

Per il gruppo

La capacità di FEEL, estesa ad un gruppo o a un’intera organizzazione, crea un aggregato di persone con una bussola comune. Il FEEL collettivo diviene allora uno strumento immediato, diretto, di verifica della sostenibilità dei comportamenti organizzativi.